Strategie di decarbonizzazione

di Sara Vanni
image_pdfimage_print

Condividi anche tu!


Un problema che tocca la società odierna è come ridurre le emissioni di carbonio. Ecco, quindi, che entra in gioco la decarbonizzazione, ossia proprio la riduzione del rapporto carbonio/idrogeno nelle fonti energetiche.

Ecosostenibilità e decarbonizzazione

Al giorno d’oggi siamo sempre più orientati verso l’ecosostenibilità e la green economy, specie nel settore automobilistico, che è il principale responsabile delle emissioni di carbonio. Stando ai dati, infatti, in questo settore il materiale maggiormente incriminato è il petrolio. Si parla di un rapporto 1:2, ossia per ogni atomo di carbonio ci sono due atomi di idrogeno.

Una svolta nella riduzione delle emissioni di CO2 potrebbe essere, ad esempio, la conversione di una centrale a petrolio in un’altra alimentata da fonti rinnovabili.

Materiali meno impattanti

Tra i materiali che hanno il minor impatto ambientale, ci sono sicuramente il gas naturale e il solo idrogeno. In particolare, quando l’idrogeno è l’unica fonte di energia, si può parlare di un processo di decarbonizzazione completo.

Dove si potrebbe usare solo l’idrogeno? Ad esempio nelle auto elettriche, come sistema di carburazione sostitutivo al petrolio. Il vero problema della decarbonizzazione spesso riguarda le strutture per usare un materiale piuttosto che un altro; entro 5 anni, però, si stima la sostituzione al petrolio usando le medesime infrastrutture.

Certamente, la carburazione ad idrogeno è una delle novità del settore automobilistico, unitamente alle batterie al grafene che stanno progressivamente sostituendo quelle in litio.

Per approfondire ti rimandiamo a questo articolo.

Se vuoi leggere come piantare un albero e ridurre le emissioni, vai qui.

Visits: 46