Tax Free Shopping, accesso a Brexit

di Valentina Moro
Free Tax Shopping
image_pdfimage_print

Condividi anche tu!


Con l’uscita dall’Unione Europea il 1° gennaio 2021, I cittadini britannici hanno conquistato l’accesso ai servizi di Tax Free Shopping. È stato questo l’argomento trainante del Webinar “Brexit“, gestito da Global Blue, società di rimborso delle tasse per lo shopping turistico con sede in Svizzera. Webinar considerato un’occasione di rilancio per il turismo italiano. L’entrata potenziale di questa manovra si aggira intorno ai 2,6 miliardi che, i retailer europei devono accaparrarsi a tutti i costi, in particolare gli italiani. Il moderatore dell’evento è stato Simone Filippetti, corrispondente de Il Sole 24 Ore. I relatori più in vista, Stefano Rizzi Country Manager di Global Blue Italia, Alessandra Priante, Direttore Europa Worl Tourism Organization (UNWTO), Giorgio Palmucci, Presidente di Enit e Luis Millan, Market Research Manager di ForwardKeys.

Valutazione del Webinar “Brexit” e del Tax Free Shopping.

Perdita molto più grave di quella avanzata nel periodo di diffusione della SARS o della crisi economica del 2008, sostiene Alessandra Priante. Per una netta ripresa del turismo, c’è bisogno di programmazione. Il passaggio fondamentale, è la riconquista dei viaggiatori che, devono essere stimolati a vedere il viaggio come qualcosa di leggero e piacevole, sostiene ancora la Priante. La ripartenza invece, per Giorgio Palmucci si trova a un buon punto, come si scorge dall’andamento della campagna vaccinale. Sostiene che, gli operatori del settore nonostante le difficoltà economiche, si sono attrezzatii per garantire la sicurezza. È Stefano Rizzi, a sostenere che i cittadini UK sono un mercato interessante per l’Italia che, detiene il terzo posto tra le mete preferite dai britannici. Tra le altre cose, sono i più avanti con la campagna vaccinale. Affinché l’Italia non venga oltrepassata dagli altri Paesi, deve abbassare la soglia per il recupero Iva da acquisti.

Prenotazione viaggi verso l’Italia

Luis Millan, tratta l’argomento delle prenotazioni dei viaggi e sottolinea l’incremento della vendita di biglietti aerei a cittadini britannici. Inoltre, si aspetta una reazione in stile Portogallo, con una repentina reazione della domanda UK, non appena l’Italia verrà inglobata nella lista verde delle destinazioni britanniche. Analizzando i dati delle prime prenotazioni, si evince che i visitatori stanno pernottando per un numero maggiore di notti, rispetto al 2019. Inoltre, si registra una crescita delle prenotazioni di turisti USA e EAU (Emirati Arabi Uniti) di voli in cabine premium, ciò significa che i visitatori appartengono a una categoria con elevate possibilità di spesa.

Hits: 26