Samsung partecipa al Green Pea con il progetto Upcycling

di Sara Vanni
image_pdfimage_print

Condividi anche tu!


Situato a Torino, Green Pea è il nome del primo Green Retail Park, una struttura di 15.000 m² dedicati all’energia, la casa, l’abbigliamento e il tempo libero. Ci sono 66 negozi, un museo, e altri 6 luoghi di intrattenimento, tutti incentrati sul vivere in maniera green.

L’edificio è interamente progettato con materiali ecosostenibili: all’esterno, acciaio e legno, entro cui è inserita una vegetazione. Per ridurre ulteriormente l’impatto ambientale, poi, è stato aggiunto un giardino pensile. Infine, i quattro piani della struttura sono illuminati da luce naturale.

La partecipazione di Samsung al Green Pea

Al Green Pea partecipa anche Samsung con il progetto Upcycling. Incentrato sul riciclo, il progetto prevede un nuovo utilizzo degli smartphone arrivati al termine.

Tramite un comunicato ufficiale, il colosso della telefonia ha elencato brevemente delle idee pensate per un telefono “obsoleto”. Tra queste, è molto interessante quella che trasforma il cellulare in un baby monitor; posizionato nella stanza del bebè e collegato ai dispositivi mobili della casa o del genitore, avvisa non appena capta il pianto del neonato. Ancora, molto interessante la funzione domotica: un sensore che può accendere la luce in maniera automatica.

Per far sì che tutto questo funzioni, il team di Samsung lavora ad aggiornamenti software dedicati. Il concetto di base è “less is more”: l’azienda non vuole costringere l’utente a compiere specifici setup o personalizzazioni. Al contrario, l’obiettivo di Samsung è quello di dotare i prodotti della serie Galaxy di qualcosa di aggiuntivo. E questa mossa, è sia una strategia di marketing che un passo verso la green economy.

Hits: 59