Sistemi ADAS e sicurezza stradale

di Silvia Becattini
auto a guida autonoma ADAS
image_pdfimage_print

Condividi anche tu!


Quante volte ci è capitato di vedere film o serie TV ambientate nel futuro in cui le auto si guidavano da sole? Di sicuro un pensiero sulla comodità di questo modo di muoversi senza alcuno sforzo avrà sfiorato la nostra mente, ma chi avrebbe pensato che fossero i primi segnali dei sistemi ADAS?

La macchina di Supercar, ispirata alla Pontiac Firebird Trans Am, era automatizzata e dotata di un’IA.
La Lexus 2054 del film Minority Report, disegnata da Harald Belker, tra le sue caratteristiche ha la guida autonoma e la propulsione a idrogeno.

A dire il vero, questa realtà potrebbe non essere così lontana. Infatti, nel settore automobilistico, il tema della guida autonoma è sempre più attuale. Questo sistema di guida intelligente, potrebbe anche rappresentare una soluzione al problema della sicurezza stradale, evitando molti incidenti. Il traffico nelle nostre strade è infatti sempre più intenso e diversificato. Oltre a macchine e mezzi di trasporto pubblici, aumentano anche scooter e biciclette anche nelle grandi città, forse anche per la maggiore diffusione di lavori come quello del rider.

Diversi livelli ADAS

Ma cosa sono questi sistemi che potrebbero rivoluzionare il modo di guidare (e non guidare) le auto? I sistemi ADAS (Advanced Driver Assistance Systems) sono supporti elettronici al guidatore che assistono lo stesso in diverse situazioni che riguardano la guida normale ma anche momenti di pericolo o emergenza. Ecco alcuni esempi di sistemi ADAS che si possono trovare nelle auto di oggi:

  •          il cruise control adattivo
  •          la frenata automatica d’emergenza
  •          i sensori di parcheggio
  •          l’avviso di cambio corsia
  •          rilevamento della sonnolenza e del livello di attenzione
  •          sistema di registrazione degli eventi in caso di incidente

Inoltre, è possibile dividere questi sistemi in una scala di livelli, che va da 0 a 5. Lo 0 indica la totale assenza di dispositivi elettronici di aiuto alla guida, mentre 5 indica il massimo livello di guida autonoma, in cui il guidatore diventa a tutti gli effetti passeggero.

Tesla è la casa automobilistica più all’avanguardia in questo senso e offre già da adesso auto che presentano di serie un sistema avanzato che può già fornire il pilota automatico. Possono inoltre consentire in futuro la possibilità di una guida completamente autonoma tramite aggiornamenti software appositamente progettati.

Tesla Model X, già dotata di avanzati sistemi di assistenza alla guida

Quali sono i prossimi passi in Europa

L’Europa si sta muovendo per rendere i sistemi di assistenza alla guida alla portata di tutti, inserendoli nella catena di produzione e rendendoli di serie nelle auto:

Dal 2022 gli ADAS, ossia i sistemi di sicurezza e assistenza alla guida, diventeranno obbligatori in tutta Europa. Grazie all’accordo raggiunto a Bruxelles, tutti i nuovi veicoli dovranno avere di serie la frenata automatica di emergenza o il mantenimento di corsia. L’intesa, dovrà passare al vaglio di tutti i Paesi membri dell’UE prima di passare al giudizio di Parlamento e Consiglio dei Ministri.
Il nuovo regolamento prevede l’introduzione di circa trenta sistemi avanzati elettronici che garantiscano sicurezza a conducenti e passeggeri. Gran parte dei requisiti richiesti sarà soddisfatta da lancio sul mercato di nuovi modelli, fin da maggio 2022. Le auto giù sul mercato dovranno adeguarsi entro maggio 2024.

Fonte: automobile.it

In fin dei conti, ci stiamo avvicinando a quel futuro iper tecnologico che l’uomo moderno sogna da anni, tanto da voler arrivare fino su Marte.

Visits: 91