La campagna “Siamo tutti chef” di Parmalat ispira creatività in cucina

di Silvia Becattini
image_pdfimage_print

Condividi anche tu!


La campagna lanciata da Parmalat per panna Chef punta a stimolare la creatività degli italiani in cucina. Non che gli abitanti dello stivale non abbiano inventiva per quanto riguarda ricette e manicaretti. “Siamo un popolo di Chef”, questo il nome della campagna pubblicitaria che punta semplicemente a ribadire questo concetto ed evidenzia come la panna da cucina possa risultare un valido aiuto per i cuochi casalinghi.

Il brand, specializzato in latte, yogurt e panna, sceglie novembre per il suo ritorno in comunicazione di Chef. Il nuovo concept verrà veicolato su tutti i media: tv, digital, punti vendita e stampa. La campagna è a cura di Havas, mentre per la pianificazione Parmalat si è affidata a Zenith. In particolare, gli spot andranno on air sui principali canali televisivi con una programmazione di tre settimane a novembre (dall’8 al 28) e altre due settimane per il mese di dicembre (dal 13 al 26).

Parmalat si ispira alla passione per la cucina degli italiani

Il noto marchio italiano decide di stimolare l’estro degli italiani in cucina, e mira a rafforzare il legame tra questi ultimi e Chef.

Soprattutto in questo periodo, cucinare rappresenta una valvola di sfogo dallo stress quotidiano e dalle preoccupazioni, oltre che un modo per manifestare affetto verso le persone che amiamo. Creare nuove ricette o personalizzare i grandi classici della tradizione diventa ancora più semplice grazie all’aiuto dei prodotti Chef. Nei brevi video di 20″ infatti, si vede come anche un semplice purè di zucca può acquistare un tocco diverso con l’aggiunta della panna. Si può dare un tocco sofisticato ad una frittata di verdure, rendere morbidissime delle polpette di ceci e curcuma. Insomma, il messaggio che passa è quello di lasciarsi ispirare da panna Chef e tirar fuori tutta la nostra creatività in cucina, del resto “Siamo un popolo di chef”!

E tu utilizzi spesso panna Chef per le tue preparazioni?

Visits: 37