I sette trend per il 2022 secondo Catawiki

di Silvia Becattini
Catawiki
image_pdfimage_print

Condividi anche tu!


Si avvicina la fine dell’anno e, con essa, anche la fine dei suoi trend. Ora lo sguardo è già rivolto alle tendenze del prossimo anno. Ma come conoscere ciò che sarà di moda nel 2022 e sapere su cosa investire? A risolvere il “problema” ci ha pensato Catawiki.

Catawiki è una piattaforma di aste online per l’acquisto e la vendita di oggetti speciali e da collezione. Fondata nel 2008 come comunità online per collezionisti, dal 2011 ospita aste online settimanali, in varie categorie come fumetti vintage, modellini di treni, monete, orologi, arte, gioielli e auto d’epoca.

Il Catawiki 2022 Trends Report ci indica le 7 tendenze per il prossimo anno

Ciò che emerge dalla ricerca – condotta dalla società di consulenza e strategia Crowd DNA – sono sette temi chiave che, secondo le previsioni, saranno al centro dell’attenzione di acquirenti e venditori nel corso del prossimo anno. Scopriamo quali sono i trend del 2022!

Terra e natura

Catawiki

Il bisogno di riconnettersi con la natura e l’aria aperta fornisce l’ispirazione in molte delle categorie Catawiki, con toni e consistenze terrose, legno naturale, ceramica e tessuti. In fatto di moda ad esempio, l’esperta di Catawiki, Stefania Giulia Jesi, non ha dubbi: i materiali naturali rimarranno una scelta popolare negli anni a venire. Anche per quanto riguarda il vino, l’interesse per quelli naturali e organici non rallenta, proprio come la sensibilità verso l’ambiente di consumatori e produttori.

Artigianato

Nonostante la “cultura della convenienza” rimanga un business enorme, guidato dai grandi nomi dell’e-commerce, c’è una riscoperta dell’unicità e della qualità. Queste caratteristiche si riferiscono all’artigianato e al collezionismo di oggetti di alta qualità, una delle tendenze identificate dall’83% degli esperti di Catawiki. Un esempio di artigianato realizzato con passione e creatività è quello di stampe e dipinti giapponesi realizzati su legno.

Nuova vita

Reinventare, riproporre, reimmaginare. Queste sono le parole chiave del tema presente nella ricerca di Catawiki, dove molti esperti concordano sul fatto che i consumatori sono sempre più propensi a scegliere oggetti non convenzionali da usare in modi differenti rispetto alla funzione per la quale sono stati creati. Vedremo quindi un aumento di oggetti vintage riproposti con creatività e tessuti riciclati.

Patrimonio culturale

Secondo il 76% degli esperti Catawiki, per i consumatori di oggi diventano sempre più importanti la storia e le origini culturali di un oggetto. L’archeologia popolare, l’arte significativa e tutto ciò che racconta e celebra l’identità culturale sarà in voga nel 2022.

Nostalgia anni ’90

Catawiki

La “generazione anni ’90” è sempre più attirata da tutto ciò che ha formato la sua infanzia, dall’epoca pre-digitale che non ha mai conosciuto. Soprattutto nel settore del lusso, gli esperti ritengono che la nostalgia anni ’90 sia una tendenza essenziale. Lo stile e la moda anni ’90 ad esempio, hanno sostituito quello anni ’70. Secondo l’esperto di moda Lorenzo Altimani, l’amore per questo decennio sarà duraturo. Fra le tendenze troviamo il “look punk” di jean Paul Gaultier, i pattini a rotelle, gli occhiali e le borse mignon.

Brio e fantasia

Con la pandemia, il senso di libertà e di gioia sono stati messi in pausa. Le persone non aspettano altro che poter risvegliare il loro lato giocoso. Nella quotidianità questo si riflette nella tendenza a ricercare oggetti come gioielli TuttiFrutti, esuberanti orologi, etichette stravaganti di bottiglie di alcolici. Anche stampo Missoni, tessuti fantasia con motivi floreali e animalier sono di gran moda.

I classici intramontabili

I classici intramontabili, grazie al loro prestigio e qualità, sono spesso apprezzati come vere e proprie opere d’arte. Look e marchi come Fender o Vuitton quindi, si dimostrano investimenti validi, visto che il loro valore aumenta più velocemente rispetto ad altri oggetti.

Fonte: Catawiki 2022 Trends Report
Immagini: Facebook
Immagine di copertina: Wikipedia

Hits: 26