1

Lightyear One: il fotovoltaico sul tetto ricarica l’auto.

Sta arrivando direttamente dall’Olanda, la Lightyear One, l’auto elettrica con la capacità di percorrenza di un’auto normale. Si alimenta di energia solare attraverso 5 metri quadri di pannelli fotovoltaici posti sul tetto. Il prototipo della sturtup Lightyear infatti, ha concluso il test nel circuito ovale dell’Aldenhoven Testing Center, riuscendo a percorrere ben 710 km con un’unica ricarica. Da un precedente test del 2019 è risultato che, l’autonomia massima raggiungibile è di 725 km, musurata nel ciclo di utilizzo WLTP. Con una velocità di percorrenza di 85 km/h e lo sfruttamento di cinque metri quadrati di pannelli fotovoltaici, ha superato la prova in modalità eccellente. La performance sarebbe potuta essere ancora più eccellente se, il meteo fosse stato più favorevole. Infatti, con una giornata più soleggiata, si sarebbero ottenuti 30 km extra.

L’intervista all’AD Lex Hoefsloot su Lightyear One.

“Dopo quattro anni di duro lavoro e sviluppo interno, abbiamo raggiunto una pietra miliare ingegneristica e tecnologica molto importante – ha affermato Lex Hoefsloot, AD di Lightyear – . Questo risultato convalida la nostra tecnologia e dimostra che siamo davvero in grado di mantenere la nostra promessa di introdurre il veicolo elettrico più efficiente di sempre”.

“Questo prototipo ha oltre 710 km di autonomia con un consumo energetico di soli 83 Wh/km a 85 km/h. Anche le auto elettriche più efficienti oggi sul mercato consumano circa il 50% in più di energia a questa velocità relativamente bassa: ridurre il consumo per chilometro di un veicolo elettrico significa poter fornire molta autonomia con una piccola batteria, abbassando di conseguenza il prezzo d’acquisto iniziale per ottenere veicoli più convenienti ed efficienti”.

Pneumatici Bridgestone come equipaggiamento.

Al progetto ha preso parte anche Bridgestone che, ha fornito a questo modello di automobile, dei pneumatici plasmati ad hoc. Le gomme riservate alla Sev ( Solar Eletric Vehicle) olandese, sono un’evoluzione delle Turanza e l’unione di due tecnologie green del brand: la Enliten e la Ologic Si ottiene un risultato che, garantisce l’efficienza che si otterrebbe se, si riducesse il peso della massa in marcia di 90 kg. Verranno prodotti 946 esemplari della “One” a partire dai primi mesi dell’anno prossimo, l’arrivo previsto nei concessionari è per il 2024. È già da tempo preordinabile al prezzo di €150.000 (tasse escluse).

Fonti: Infomotori; Quattroruote;