Usciamo dalla bolla. Dopo l’estate.

di Andrea Perocchi
image_pdfimage_print

Condividi anche tu!


Ti sei mai chiesto chi sono io nella primavera 2020? E’ iniziato un lockdown mondiale che cambierà le abitudini di ognuno di noi inserendoci in una bolla pronta ad esplodere. Un momento forte per riflettere sulla propria vita, i valori, la casa e la tua famiglia. Tutti riflettono ma poi all’improvviso “diranno di essere cambiati”.

Ma quanto durerà la bolla?

Come è possibile che tutti sono cambiati? Tutti camminano e si salutano. Tutti mantengono le distanze… Entriamo nei negozi uno alla volta misurando la temperatura. La pubblicità si è evoluta e velocizzata. Usiamo la tecnologia con parsimonia e in modo adeguato. Inquiniamo di meno ed andiamo in bicicletta. Tutto è cambiato. Tutto è una nuova bolla?

L’uomo nella bolla

Come ogni decennio succede qualche cosa. Questa volta è grave, ma sembra normale, si chiama Covid. Prima o poi sarebbe successo. Tutti fermi. Il mondo cade in ginocchio… tutte le imprese del mondo producono mascherine. La domanda e l’offerta all’improvviso è solo per pochi prodotti.

Il Covid e la Borsa Mondiale

In questa primavera il petrolio che fine ha fatto? Era finito sotto zero ma non ci interessa. Era in regalo se compravi una mascherina. Ma l’economia, il marketing, i mercati borsistici mondiali… gli OTT non perdono mai anzi raddoppiano profitti ed azioni.

Noi siamo dei protagonisti attivi o interattivi di questo nuovo mondo digitale forzato? Oppure la nostra avventura, la nostra vita è passiva e subiamo ogni giorno il cambiamento culturale, la moda e le tecnologie dettate dai grandi. Tutti desideriamo la macchina nuova, la casa ben arredata con la domotica, la connessione superveloce e tutte le comodità di intrattenimento.

nuovi vizi formali

Ma in questo periodo forzato in smart working, mentre ci siamo confrontati con una nuova realtà quali era i nuovi desideri umani. Abbiamo iniziato a sentire bisogno degli odori, del tramonto di una pizza.

In definitiva. 5 sensi.

Questo periodo quindi ci ha fatto sentire un pò nostalgici delle cose semplici e questo perchè tutti abbiamo 5 sensi. Allora tutti al parco, a fare un picnic al mare oppure una gita fuori porta con gli amici. Bentornati e non dimenticate.

Views: 41